22 Luglio 2024
Milano, 30°

Economia

Petrolio a massimi 2 mesi, Brent si avvicina a quota 87 dollari

03.07.2024

Da minimo giugno barile salito di quasi 10 dollari

Roma, 3 lug. (askanews) – In piena stagione degli spostamenti estivi, i prezzi del petrolio segnano ulteriori rialzi portandosi ai massimi da due mesi a questa parte, anche risentendo delle attese di un nuovo calo delle scorte negli Stati Uniti. Nel pomeriggio il barile di Brent, il greggio di riferimento del mare del Nord smorza i guadagni a un più 0,17% a quota 86,39 dollari, ma dopo aver toccato nel corso della sessione 86,83 dollari, massimo da fine maggio. Proprio guardando al Brent, va rilevato che meno di un mese fa, lo scorso 4 giugno era calato a 77,52 dollari.

In preapertura New York il West Texas Intermediate si attesta 82,89 dollari, in marginale aumento dopo aver toccato quota 83,36 dollari.

Guardando la questione dalla prospettiva dell’area euro, lo sviluppo potrebbe complicare il quadro sull’ipotesi che la Bce possa procedere a un nuovo taglio dei tassi a settembre, che ieri era stata rilanciata dalla attenuazione dell’inflazione generale a giugno.

Condividi