14 Aprile 2024
Milano, 16°

Politica

A Roma seconda kermesse Id, Salvini tenta rilancio in vista Europee

22.03.2024

Ieri sera l’annuncio del congresso entro l’autunno

Roma, 22 mar. (askanews) – Matteo Salvini trascorre la vigilia della seconda kermesse di Identità e democrazia, dopo la prima a Firenze, in programma domani a Roma tra Calabria e Sicilia, a parlare del Ponte sullo Stretto. Nessun accenno alla riunione fiume – oltre tre ore – del consiglio federale di ieri sera in cui è stato finalmente delineato l’orizzonte del congresso che in tanti nel partito chiedevano e che si celebrerà dopo le elezioni europee come era ormai assodato ma entro l’autunno. Prima ci saranno i congressi regionali che ancora mancano all’appello, quello della Lombardia su tutti.

Con la concessione di un percorso congressuale, il vicepremier si augura di aver messo da parte, per ora, il confronto interno e punta a rilanciarsi alle elezioni europee sperando di raggiungere quella doppia cifra che alle ultime elezioni regionali e negli ultimi sondaggi sembra un miraggio. Per questo è stata creata una squadra che si occuperà del programma: ne faranno parte Filippo Pozzi, responsabile politiche agricole della Lega, il presidente della Regione autonoma del Friuli Venezia Giulia, Massimiliano Fedriga, il ministro dell’Economia, Giancarlo Giorgetti, il coordinatore dei dipartimenti della Lega e responsabile della Scuola di Formazione Politica del partito, Armando Siri, il vicepresidente della commissione Finanze della Camera, Alberto Bagnai, gli europarlamentari uscenti Marco Zanni e Marco Campomenosi, i capigruppo di Camera e Senato, Riccardo Molinari e Massimiliano Romeo, il presidente della Camera, Lorenzo Fontana.

Due i punti chiave: mai a una maggioranza con i socialisti e mai a un bis di Ursula von der Leyen alla presidenza della commissione europea. Due punti che riecheggeranno anche domani alla kermesse di Identità e democrazia in programma agli Studios di via Tiburtina. Salvini minimizza le assenze illustri, non ci saranno i governatori leghisti: Luca Zaia, Massimiliano Fedriga e neanche Donatella Tesei che guida l’Umbria, una regione che cade proprio nella circoscrizione centro cui l’appuntamento di domani è dedicato in vista delle elezioni europee. Sono tutti assenti giustificati, ci mancherebbe, ha liquidato ieri le polemiche il segretario del Carroccio.

La Lega punta tutto sugli ospiti internazionali anche se Marine Le Pen ha registrato solo un video messaggio seppure “di grande impatto”, assicura Salvini. Del Rassemblement National sarà presente una delegazione. Interverranno Gerolf Annemans, presidente del Partito Identità e Democrazia; Harald Vilimsky, capo delegazione di FPÖ (Austria) al Parlamento Europeo; Giancarlo Giorgetti, Ministro dell’Economia e delle Finanze; André Ventura, leader di Chega (Portogallo); Vivek Ramaswamy, imprenditore ed ex candidato alle Primarie Repubblicane 2024, persona vicina al candidato alle presidenziali Usa Donald Trump a cui Salvini ribadirà l’endorsement anche domani.

Condividi