15 Aprile 2024
Milano, 15°

Politica

Dossieraggio/Crosetto frena commissione Nordio:non è il momento

10.03.2024

Il ministro Fdi della Difesa: “Concordo con lui sia necessaria ma a suo tempo. Ora serve stretta Camere su cybersecurity e stampa

Roma, 10 mar. (askanews) – La commissione di inchiesta sui dossieraggi “penso come Nordio che sia necessaria per ricostruire la credibilità delle istituzioni e per consentire al Parlamenti di lavorare sugli strumenti legislativi con cui impedire altri abusi in futuro. Ma c’è un tempo per ogni cosa. Ora c’è che l’indagine che sta portando avanti Cantone e l’idea di una commissione non deve depotenziarla , nè fermare il lavoro già iniziato da Copasir e Antimafia”. Lo dichiara alla Stampa il ministro Fdi della Difesa Guido Crosetto, indicato dal ministro Carlo Nordio come co promotore dell’iniziativa annunciata due giorni fa dal ministro della Giustizia.

“La costituzione di una commissione di inchiesta poi – aggiunge Crosetto – può richiedere tempi lunghi anche perchè spesso questi organi hanno fatto comodo a molti in Parlamento per lo scontro politico”.

Crosetto concorda invece con la premier Meloni sulla opportunità di un tempestivo intervento legislativo parlamentare a rafforzamento della cybersicurezza e sulla pubblicazione di informazioni riservate a mezzo stampa . “Alla luce delle falle emerse – sottolinea- direi proprio che è compito del Parlamento”.

“Alcuni quotidiani – denuncia il ministro della Difesa- fanno lotta politica più che informazione: vogliono delegittimare l’avversario politico, anche diffamando. Il problema però non è quello. Il problema è quando un giornalista diventa strumento di logiche che non hanno a che fare con l’informazione o quando è pagato non solo dal suo editore. Qui occorre capire come e perchè, per difendere l’informazione vera”

Condividi