16 Luglio 2024
Milano, 25°

Economia, Sport

Il mondo degli affari UEFA

13.06.2024

Il valore economico di Euro 2024, e quanto spostano gli Europei tra premi, investitori e sponsor ha dell’incredibile. È un mondo di affari in crescita del 26% rispetto al campionato in Francia nel 2016, e del 5790% rispetto a 30 anni fa.

Il Campionato europeo di calcio 2024, a cui partecipano 24 Nazionali, coinvolge l’intero movimento continentale, ma per la sua portata tecnica e agonistica richiama l’interesse degli appassionati in ogni parte del mondo. Da qui una possibile domanda: qual è il valore economico di Euro 2024? E quanti soldi farà girare?
Questa domanda non ha una sola risposta, dato che le voci che abbraccia sono molteplici. Un primo aspetto riguarda i guadagni per le nazionali in campo, e rappresenta il calcolo più facile. Il montepremi complessivo di Euro 2024 arriva a 331 milioni di euro, di cui 8 garantiti a chi vincerà la finale. La squadra perdente ne avrà invece 4, stessa cifra garantita alle semifinaliste. Via via ogni passaggio del turno frutta cifre sempre inferiori, ma ogni partita presenta uno specifico bonus: la vittoria vale un milione, il pareggio 500 mila euro. E per tutti c’è la quota di partecipazione, che ammonta a 9,25 milioni.
Soldi che la Uefa (Unione delle federazioni calcistiche europee) ricaverà dall’ingente giro di affari generato da Euro 2024: si parla di 2,5 miliardi di euro complessivi, di cui oltre un miliardo entrerà nelle casse proprio della Uefa. Se già così cifre sembrano da urlo, fa ancora più impressione confrontarle con il passato. Solo rispetto a Francia 2016 (che fruttò 1,9 miliardi) la crescita è del 26%, ma il confronto diventa da brividi se si torna indietro di tre decenni: Svezia 1992 generò un incasso di 40,9 milioni, il che significa che da allora si è generato un impressionante +5790%.

Ma tutto questo denaro da dove arriva? La fonte di ricavo più ingente è inevitabilmente la tv, i cui diritti sfiorano 1,4 miliardi di euro. Cifre ben lontane dagli importantissimi 300 milioni frutto della vendita dei biglietti, superata dalle previsioni complessive sui ricavi commerciali (quasi 570 milioni di euro).
Altro aspetto cruciale è quello del turismo, dato che in Germania si attendono più di 2,7 milioni di tifosi. Ma Euro 2024 non è solo l’insieme delle partite del torneo: i turisti che in generale arriveranno su suolo tedesco potrebbero infatti toccare quota 7 milioni. «Non basta per rappresentare un motore economico per il Paese – ha spiegato Michael Grömling, professore dell’Institute of German Economy -. I consumi non aumentano, ma si spostano. Casomai cambia, e potenzialmente sale, l’immagine e l’attrattività dello Stato che ospita un evento del genere». E anche dei suoi prodotti: Reuters ricorda che durante i Mondiali 2006 la vendita di birre tedesche crebbe del 5%.
Ovviamente non mancano le voci di spesa, dalla stessa Uefa (che verserà 1,22 miliardi di euro) alle aziende più coinvolte dal punto di vista commerciale. Si pensi a quelle di abbigliamento: Adidas paga 50 milioni all’anno per poter vestire la Nazionale della Germania, Nike 50,5 per la Francia. Euro 2024 è l’occasione d’oro per rientrare da simili investimenti, tramutandoli in una miniera di profitto.

Condividi