14 Aprile 2024
Milano, 16°

Cultura

Sono i paesi a fare la nostra Italia

19.02.2024

Il tema del Premio Angelo Vassallo accende la voglia degli studenti di indagare sull’importanza di far emergere un’altra idea di Italia fondata sui diritti, l’etica e il rispetto dell’essere umano.

Adesione record per la quarta edizione del “Premio Nazionale Angelo Vassallo Sindaco Pescatore”, un tributo all’eredità di un uomo che ha lasciato un segno indelebile nella storia italiana. Con la guida di Dario Vassallo, Presidente della Fondazione e fratello del sindaco tragicamente scomparso nel 2010, l’evento ha raccolto un’incredibile partecipazione: oltre 170 progetti, spaziando attraverso 11 regioni d’Italia, sottolineando un crescente interesse verso la figura di Vassallo e i suoi valori di legalità, ambientalismo e trasparenza amministrativa.

L’iniziativa di quest’anno, particolarmente significativa, vede il coinvolgimento dei giovani della Cooperativa sociale Loco Motiva per l’autismo, che hanno contribuito attivamente alla realizzazione del Premio, simbolo di inclusione e speranza. La collaborazione con l’Associazione “Battiti di Pesca” rafforza ulteriormente il legame tra la memoria del Sindaco Pescatore e l’impegno verso un futuro più giusto e sostenibile.
Il tema del 2024, “Lo Stato siamo noi. Sono i paesi che fanno il Paese”, invita a una riflessione profonda sul ruolo di ogni individuo nella costruzione di una società migliore, ponendo le basi per un dialogo costruttivo tra le nuove generazioni e l’eredità morale di Angelo Vassallo. Dario Vassallo sottolinea l’importanza di questo dialogo: «Sono i giovani, il domani, il futuro del nostro Paese. Attraverso il Premio Angelo Vassallo, vogliamo far emergere un’altra idea di Italia, fondata sui diritti umani, l’etica e il rispetto dell’essere umano».

L’entusiasmo e la partecipazione degli studenti italiani dimostrano la vitalità e l’impegno dei giovani nel perpetuare i valori di Vassallo, interpretando il suo messaggio attraverso la creatività e l’innovazione. La scelta di coinvolgere i ragazzi affetti da autismo nella creazione dei premi, piatti di ceramica che raffigurano il Porto di Acciaroli e la Grande Onda, aggiunge un valore emotivo e simbolico all’evento, celebrando la diversità e l’inclusione come pilastri fondamentali della società.
A rendere ancora più unico e suggestivo il Premio di quest’anno è l’attività dei i ragazzi affetti da autismo del Centro Onlus di Rieti “Loco Motiva”, che stanno lavorando alla realizzazione del Premio: un piatto di ceramica realizzato a mano con dipinto il Porto di Acciaroli e la Grande Onda, che sarà consegnato ai vincitori dell’edizione 2024.
«Questo gesto non è solo un omaggio, ma un’espressione tangibile della profonda emozione e gratitudine che circonda il ricordo di Angelo Vassallo e il suo impatto duraturo – prosegue Dario – La Fondazione Vassallo rimane impegnata nel promuovere messaggi di consapevolezza e nell’incoraggiare il coinvolgimento sempre più attivo della scuola e delle istituzioni sulla base dei valori e degli ideali incarnati dall’indimenticabile Sindaco Pescatore, un uomo che ha saputo trasformare i valori in azioni concrete per il bene della sua comunità e del Paese».
Il successo del Premio Nazionale Angelo Vassallo conferma l’importanza di iniziative che uniscono cultura, memoria e impegno civile, incentivando le scuole a essere protagoniste attive nel dibattito su temi cruciali come la sostenibilità, la legalità e l’impegno sociale.

Condividi