15 Aprile 2024
Milano, 15°

Moda

Wow, estate salopette

24.03.2024

Dallo “sporty” al “wide line”, fino ai modelli che esaltano la figura. La salopette è il must che assolutamente non può mancare per l’estate 2024. I colori? Andiamoli a scoprire.

Che sia a gamba svasata o secondo dettami underground non interessa, perché l’importante è non dichiararla assente dal nostro guardaroba. Balzata agli onori della cronaca grazie alle diverse star che dagli anni ’70, e fino agli anni ’90, la scelsero per i loro look, la salopette è, per la bella stagione in arrivo, il must che assolutamente non può mancare. Stando sempre attente a scegliere il modello che meglio si sposa con la propria fisicità, l’accostamento con i vari accessori diventa semplice quando parliamo di questo capo. I tipi di salopette che troviamo in commercio sono moltissimi; dal modello gonna, che risponde alla voglia di vestire un capo che renda particolarmente in femminilità senza risultare estremamente rigorose nella definizione del look, fino a quei modelli pensati per sottolineare la figura, ma non solo. Per le signore amanti dello stile sporty i modelli used oppure wide line model sono maggiormente indicati. Il valore aggiunto che porta la scelta di indossare la salopette è la facilità di abbinamento nella definizione del look. È possibile, quindi, pensare ad accostamenti con décolleté, stivali country style, ballerine o semplici sneacker.

Ma quando nasce la salopette? In realtà questo capo, nato nella seconda metà del XIX secolo, prima di passare sotto la definizione “cool” era considerato un indumento da lavoro. Fu solo durante gli anni ’60 che trovò il suo spazio all’interno guardaroba femminile. In quegli anni attrici, modelle, cantanti fecero largo uso della salopette magari accompagnandola a borse in tessuto naturale. Ma il fashion system non si limita solo ad un “semplice ripescaggio” e per la stagione calda 2024 ripropone anche il tema animalier alla giacca sahariana.

Quali colori per la primavera 2024? I colori saranno la vera chiave di volta nella definizione di quei look che dall’orario lavorativo al momento ludico scandiranno le nostre giornate. Dal giallo zafferano, al rosa pesca, al verde lime e all’azzurro “serenità” fino a toccare altre tonalità che si faranno notare per la loro vivacità come ad esempio l’arancione corallo, il poetico lilla lavanda e il classico blu navy. In realtà, questa è solo una parte di tutto quello che definirà il nostro aspetto durante e verso la bella stagione. Un esempio su tutti arriva da “la Vela bag”, prima borsa disegnata per Etro da Marco De Vincenzo che, arrivata al suo primo anno, viene festeggiata dalla maison con il lancio di un modello con infilature sui lati nei colori classici come il nero, bianco oppure gianduia. Lungo la strada della fashion, però, troviamo anche accessori più grintosi, come ad esempio la prima collezione firmata Loro Piana, che vede bracciali e collane in ottone dove moschettoni e lucchetti sono decorazione dal sicuro effetto wow.

A cura di Mariangela Bonaparte

Condividi