23 Febbraio 2024
Milano, 8°

Arte, Memoria

Venezia, 700 anni di Marco Polo

20.01.2024

Un viaggio storico tra oriente e occidente rivive in una serie di eventi memorabili, 300 opere provenienti da collezioni italiane, europee e internazionali, che illustrano i viaggi di Polo in Asia.

Per celebrare il 700° anniversario della morte di Marco Polo, il Comune di Venezia, in collaborazione con la Fondazione Musei Civici, l’Università Ca’ Foscari e numerose altre realtà associative, ha organizzato un ampio calendario di eventi che si estenderanno fino al 2026. Queste iniziative mirano a onorare la figura di Marco Polo, famoso per il suo resoconto dell’Oriente e per il suo contributo alla conoscenza reciproca tra Asia ed Europa. Il programma, riconosciuto con un decreto del Ministero della Cultura, è guidato dal sindaco Luigi Brugnaro e dalla rettrice Tiziana Lippiello. Le attività, che spaziano dall’ambito scientifico a quello culturale, possono essere seguite sul sito dedicato leviedimarcopolo.it e sui canali social di Venezia Serenissima.

L’evento centrale è la mostra I mondi di Marco Polo a Palazzo Ducale, con oltre 300 opere provenienti da collezioni italiane, europee e internazionali, che illustrano i viaggi di Polo in Asia. Il Museo di Palazzo Mocenigo ospiterà esposizioni dedicate alla seta e alla produzione RAI di “Marco Polo” del 1982. A ottobre, il Museo Correr presenterà una mostra sull’arte calligrafica araba e cinese. Il Carnevale di Venezia 2024, con il tema “Ad Oriente. Il mirabolante viaggio di Marco Polo”, celebra il leggendario esploratore. Altri eventi includono convegni, come “La Venezia di Marco Polo” organizzato dall’Istituto Veneto di Scienze, Lettere ed Arti, e iniziative dell’Università Ca’ Foscari, che offrono momenti di riflessione sulla vita e l’opera di Polo. Il Ca’ Foscari Short Film Festival e il Festival internazionale di Letteratura “Incroci di Civiltà” sono solo alcuni degli appuntamenti in programma. Un progetto interessante è l’esposizione organizzata dall’Archivio Scritture e Scrittrici Migranti che coinvolge le detenute della Casa Circondariale Femminile della Giudecca. Inoltre, Ca’ Foscari Esposizioni ospiterà una mostra sui reperti provenienti dai musei dell’Uzbekistan e una esposizione sugli abiti di Marco Polo e la seta di Suzhou.

Il programma prevede anche eventi focalizzati sulla rappresentazione del mondo asiatico nel libro di Marco Polo, con particolare attenzione alle giovani generazioni. Il progetto “Alfabeto Marco Polo” coinvolgerà studenti veneziani e turchi. In città, verranno organizzate letture pubbliche, itinerari e conferenze per esplorare l’importanza storica e culturale di Marco Polo. Si prevedono anche laboratori teatrali e multimediali per le scuole, incentrati sulla ricezione del mito di Polo nei media del Novecento, come opere liriche, fumetti e produzioni cinematografiche e televisive. Tra gli altri eventi significativi, ci saranno mostre, masterclass e incontri organizzati dalla Fondazione Musei Civici, mirati a diversi pubblici, inclusi i giovani e le scuole. Un focus particolare sarà dato alla collaborazione con la Rai per trasmettere sceneggiati storici su Marco Polo, rivolgendosi a un pubblico internazionale.

Queste celebrazioni rappresentano un’opportunità unica per riscoprire la figura storica di Marco Polo, celebrando il suo ruolo di “ambasciatore” tra l’Italia e la Repubblica di Venezia e l’Asia. Con un’ampia gamma di attività scientifiche, espositive e culturali, il programma cerca di approfondire la comprensione di Marco Polo e di promuovere la diplomazia culturale attraverso l’arte, la letteratura e la storia.

Condividi